Follow usFollow us on facebookFollow us on Twitter
ACI CSAI
ALLA WSK EURO SERIES DI LONATO (BS) ARDIGÒ (I – TONY KART-VORTEX) TORNA RE IN KZ2 VINCENDO GARA E CLASSIFICA FINALE. PER GLI ALTRI VINCITORI PATTERSON (GB – KR-IAME OK), LINDBLAD (GB – EXPRIT-TM OKJ) E DEDECKER (B - PAROLIN-TM 60 MINI) ULTIMA SFIDA NELLE
ALLA WSK EURO SERIES DI LONATO (BS) ARDIGÒ (I – TONY KART-VORTEX) TORNA RE IN KZ2 VINCENDO GARA E CLASSIFICA FINALE. PER GLI ALTRI VINCITORI PATTERSON (GB – KR-IAME OK), LINDBLAD (GB – EXPRIT-TM OKJ) E DEDECKER (B - PAROLIN-TM 60 MINI) ULTIMA SFIDA NELLE Gallery Lonato (BS)
Sunday, June 23, 2019

Allegati:
Allegate WSK news 19-06-23 - 303 Kb

GRAN FINALE ALL'ADRIA KARTING RACEWAY, IL PROSSIMO FINE SETTIMANA

TUTTO TORNA IN GIOCO NELLA WSK EURO SERIES.

Il penultimo appuntamento è diventato il miglior trampolino per lanciare ulteriormente l’interesse verso un gran finale, nella WSK Euro Series. La tappa di Lonato (BS) ha infatti premiato i piloti che in ciascuna classifica risultavano arretrati: tanto che la vittoria finale in KZ2 è andata al bresciano Marco Ardigò (Tony Kart-Vortex-Bridgestone), balzato da sesto in classifica alla riconquista della corona nella categoria shifter. Se la KZ2 si è conclusa con il suo secondo appuntamento in calendario, per le altre categorie la vittoria finale sarà in gioco tra una settimana al circuito di Adria. In questo caso, se la leadership non ha cambiato titolare è diventata sempre più stretta per chi l’ha conservata, dopo gli inattesi risultati di questo fine settimana.

MARCO ARDIGÒ VINCE GARA E CLASSIFICA IN KZ2.
Marco Ardigò ha l’abilità di dare la zampata vincente nei momenti importanti, e in occasione della prova decisiva della KZ2 ha ancora una volta utilizzato questa capacità. Il bresciano, dopo aver conquistato la pole position della finale, grazie ad una gara condotta in testa fino al traguardo ha conquistato anche la classifica finale della categoria. Sfortunato il suo compagno di squadra, Simo Puhakka (Tony Kart-Vortex-Bridgestone), leader di classifica dopo la prima tappa. Il finlandese che aveva dominato fino alla Prefinale, si è ritirato in Finale per un contatto in partenza. Alle spalle di Ardigò la bagarre è stata intensa, con ben quatto piloti che si sono contesi i due restanti gradini del podio. Alla fine ha prevalso l’olandese Marijn Kremers (Birel Art-TM), che ha concluso secondo davanti al francese Emilien Denner (Sodi Kart-TM), dopo che entrambi hanno avuto la meglio sul bergamasco Matteo Viganò (Tony Kart-Vortex) e sull’olandese Bas Lammers (Sodi Kart-TM).

DEXTER PATTERSON VA ALLA CONQUISTA DELLA CLASSE OK.

Un fine settimana perfetto è stato quello concluso da Dexter Patterson (KR-Iame-Bridgestone): lo scozzese, dopo aver conquistato il massimo punteggio nelle manche e in Prefinale A, è partito deciso per centrare la vittoria in Finale, lasciando il secondo posto al friulano Lorenzo Travisanutto (KR-Iame), il quale si è delineato a Lonato come suo più valido avversario. Quest’ultimo ha recuperato per centrare la posizione d’onore davanti al competitivo inglese Harry Thompson (FA Kart-Vortex), che ha concluso sul podio. Travisanutto resta leader di classifica, davanti allo svedese Dino Beganovic (Tony Kart-Vortex), a sua volta positivo per aver vinto la Prefinale B, e a un sempre più temibile Patterson, ormai vicino per tentare il tutto per tutto al prossimo appuntamento di Adria.

ARVID LINDBLAD SCAVALCA TUTTI E VINCE OKJ.
In una OK Junior quanto mai frizzante si è celebrata al South Garda Karting la vittoria dell’inarrestabile inglese Arvid Lindblad (Exprit-TM-Vega), che ha recuperato otto posizioni per salire in cima al podio a fine gara. Nelle prime fasi dopo una fulminea partenza, lo scatto vincente di Lindblad è stato replicato dall’inglese James Wharton (FA Kart-Vortex), che a sua volta è andato a concludere una rimonta dall’undicesimo al secondo posto. Avrebbe invece voluto un risultato migliore il bolognese Andrea Kimi Antonelli (KR-Iame), partito in testa ma scivolato al terzo posto finale, che però gli garantisce di installarsi al comando della classifica, davanti all’olandese Thomas Ten Brinke (FA Kart-Vortex). Deluso anche il catanese Alfio Spina (KR-Iame), che ha perso il secondo posto a causa di una penalità, comminatagli per una manovra giudicata irregolare dai commissari sportivi.

DOUWE DEDECKER, IL PIÙ FORTE A LONATO IN 60 MINI.
Il belga Douwe Dedecker (Parolin-TM-Vega) ha confermato il positivo momento di forma che ha attraversato nel weekend di Lonato, conquistando la pole position e la vittoria nella Finale, nella quale ha comandato dallo start al traguardo. Con un ottimo spunto in partenza dalla terza fila, Manuel Scognamiglio (Tony Kart-TM) ha provato ad impensierire il leader, installandosi subito alle sue spalle ed inseguendolo da vicino. Nonostante la sua tenacia, il campano ha dovuto però accontentarsi della seconda posizione. Terzo è giunto, più distaccato, il pilota degli Emirati Arabi, Rashid Al Dhaheri (Parolin-TM). Il britannico William Macintyre (Parolin-TM), incappato in un fine settimana che non lo ha visto dominatore come nei precedenti, è comunque riuscito a mantenere la testa della classifica di categoria, lasciando quindi aperta la possibilità di giocarsi il tutto per tutto nel prossimo fine settimana di Adria.


F4Championship.com Bet Italy Stop&Go TKart Vega Bridgestone Panta Sparco Monzainforma.it Kartcom.com Unipro Lap Timer
ALL NEWS