Follow usFollow us on facebookFollow us on Twitter
ACI CSAI
NUOVI LEADER NELLA WSK SUPER MASTER SERIES
NUOVI LEADER NELLA WSK SUPER MASTER SERIES Gallery Lonato del Garda
Thursday, February 27, 2020

Allegati:
Allegate 14 WSK Lonato WSK Super Master campionato 260220 ITA - 177 Kb

La seconda prova della WSK Super Master Series propone nuovi leader. All’avvio della KZ2 il primato è di Giuseppe Palomba, in OK balza al comando Joe Turney, in OKJ Arvid Lindblad. Nella Mini si conferma in testa Gerasim Skulanov.

Lonato (ITA), 27.02.2020
Con tutte le quattro categorie presenti al gran completo al South Garda Karting di Lonato per la seconda prova della WSK Super Master Series, il campionato è entrato decisamente nel vivo, avvalorato da un successo di partecipazione eccezionale a Lonato per la presenza record di 362 piloti provenienti da ben 47 paesi. A sancire la competitività della serie promossa da WSK Promotion è arrivata anche vivacità nelle classifiche, con alcuni cambiamenti al vertice e nuovi leader di campionato. Nella KZ2, al suo esordio stagionale con tanti campioni al via, il leader è Giuseppe Palomba (BirelArt-TM Racing-Vega/BirelArt Racing), dominatore di una finale al cardiopalmo dopo un susseguirsi di protagonisti diversi per tutto il weekend. Nella OK c’è stato un cambio al vertice con l’inglese Joe Turney (Tony Kart-Vortex-Bridgestone/Tony Kart Racing Team) balzato al comando grazie alla vittoria di Lonato e ora davanti al compagno di squadra Pedro Hiltbrand. Nella OK-Junior il nuovo leader è l’inglese Arvid Lindblad (KR-Iame-Vega/KR Motorsport), autore di un successo che lo conferma fra i maggiori protagonisti della categoria. Nella Mini il giovane russo Gerasim Skulanov (IPK-TM Racing-Vega/Formula K) ha potuto invece confermarsi in testa alla classifica con la sua seconda vittoria consecutiva dopo il primo successo ad Adria.

Palomba, il nuovo protagonista della KZ2.
L’arrivo della categoria KZ2 nella seconda prova della stagione ha completato e arricchito il quadro competitivo della WSK Super Master Series, con 75 partecipanti fra i più forti a livello internazionale. Il primato in campionato dopo la prima prova di Lonato appartiene a Giuseppe Palomba (BirelArt-TM Racing-Vega/BirelArt Racing), pilota emergente e già in auge a fine stagione 2019 nella WSK Open Cup. Tanti altri sono stati comunque i protagonisti di questa prima prova, fra i quali sono da ricordare Giacomo Pollini, autore di un’ottima qualificazione ma messo fuori causa in Prefinale per un contatto con un doppiato, così come Riccardo Longhi (BirelArt-TM Racing/BirelArt Racing), Simo Puhakka (Tony Kart-Vortex/Tony Kart Racing Team) e diversi altri costretti ad un ritiro in una delle manche che li ha attardati nella fase finale. Insieme a Palomba, a fargli compagnia sul podio sono stati Fabian Federer (Maranello-TM Racing/SRP Racing Team) e Alex Irlando, compagno di squadra di Palomba, tutti molto competitivi per tutto il weekend di Lonato.
WSK Super Master Series, classifica KZ2: 1. Palomba (ITA) punti 107; 2. Irlando (ITA) 80; 3. Federer (ITA) 79; 4. Iglesias (FRA) 53; 5. Buran (ITA) 33; 6. Lundberg (SWE) 31; 7. Nomblot (FRA) 23; 8. Leuillet (FRA) e Dalè (ITA) 21; 10. Gustafsson (SWE) 19.

Gran riscatto di Turney in OK, nuovo leader.
Nella OK, con 85 piloti, l’inglese Joe Turney (Tony Kart-Vortex-Bridgestone/Tony Kart Racing Team) si è subito preso una rivincita rispetto alla prima prova di Adria dove nella bagarre della finale si era piazzato sesto, mentre a imporsi era stato il suo compagno di squadra, lo spagnolo Pedro Hiltbrand. Turney, con questo successo conquistato al termine di un bel recupero, è così andato in testa alla classifica superando proprio Hiltbrand, autore anche a Lonato di una prova in crescendo fino però a doversi accontentare questa volta del secondo posto. Decisamente meglio rispetto ad Adria è andata al giovane Andrea Kimi Antonelli (KR-Iame/KR Motorsport), al primo posto al termine delle manche e terzo sul podio della finale a conclusione di una bella prova, ora è terzo in classifica. Fra i migliori della prova di Lonato anche l’inglese Taylor Barnard (KR-Iame/Rosberg Racing Academy), il russo Kirill Smal (Energy-TM Racing/Energy Corse) e Luigi Coluccio (Kosmic-Vortex/Kosmic Racing). Fra i più veloci della fase di qualificazione Enzo Trulli (KR-Iame/KR Motorsport) in finale ha concluso 11mo dopo aver perso terreno in Prefinale.
WSK Super Master Series, classifica OK: 1. Turney (GBR) punti 137; 2. Hiltbrand (ESP) 120; 3. Antonelli (ITA) 92; 4. Vant Hoff (NLD) 88; 5. Barnard (GBR) 83; 6. Smal (RUS) 63; 7. Trulli (ITA) e Coluccio (ITA) 42; 9. Ten Brinke (NLD) 38; 10. Wharton (AUS) 37.

Nella OK-Junior passa in testa Lindblad.
Nella OK-Junior, con 94 piloti, l’inglese Arvid Lindblad (KR-Iame-Vega/KR Motorsport) in classifica ha preso il sopravvento conquistando a Lonato punteggio pieno fra prefinale e finale, e ora con 149 punti è passato al comando scavalcando il compagno di squadra Alfio Andrea Spina, vincitore nella precedente prova di Adria. E’ stato un weekend abbastanza difficile per Spina, in rimonta in finale ma poi precipitato di diverse posizioni nell’ordine d’arrivo di Lonato per una penalizzazione. Ora il pilota italiano è secondo distanziato di 34 punti. A fare un bel balzo in avanti in classifica è l’altro compagno di squadra di KR Motorsport, ovvero il figlio d’arte Brando Badoer, ottimo protagonista a Lonato fino a guadagnare il secondo posto in finale e il quarto in classifica, così come l’altro pilota di KR Motorsport, il ceco Igor Cepil, terzo in finale e sesto in campionato. Di un’ottima prova si sono resi autori anche i due polacchi Tymoteusz Kucharczyk (RK-TM Racing/Birel Art Racing) e Karol Pasiewicz (Tony Kart-Vortex/Tony Kart Racing Team), rispettivamente quarto e quinto a Lonato, nella “top five” in campionato.
WSK Super Master Series, classifica OKJ: 1. Lindblad (GBR) punti 149; 2. Spina (ITA) 115; 3. Pasiewicz (POL) 95; 4. Badoer (ITA) 86; 5. Kucharczyk (POL) 83; 6. Cepil (CZE) 79; 7. Ho (SGP) 50; 8. Ugochukwu (USA) 44; 9. Severiukhin (RUS) 32; 10. Stenshorne (NOR) 23.

Il russo Skulanov si conferma nella Mini.
Nella Mini, con ben 108 partecipanti, prende il volo il russo Gerasim Skulanov (IPK-TM Racing-Vega/Formula K), dominatore della prova di Lonato dopo aver prevalso anche ad Adria. Con la vittoria in prefinale e in finale Skulanov è salito a 188 punti, distanziando i suoi due connazionali Dmitry Matveev Energy-TM Racing/Energy Corse) a quota 105 punti e Anatoly Khavalkin (Parolin-TM Racing/Parolin Racing Team) con 101 punti. Matveev si è distinto in finale con il terzo posto, mentre Khavalkin ha potuto vantare una buona prestazione solamente in prefinale che gli ha fatto guadagnare 30 punti. In quarta posizione con 88 si è inserito il pilota degli Emirati Arabi Rashid Al Dhaheri (Parolin-TM Racing/Parolin Racing), buon secondo sul podio di Lonato.
WSK Super Master Series, classifica MINI: 1. Skulanov (RUS) punti 188; 2. Matveev (RUS) 105; 3. Khavalkin (RUS) 101; 4. Al Dhaheri (ARE) 88; 5. Helias (FRA) 63; 6. Nakamura (JPN) 44; 7. Fotveev (RUS) 39; 8. Kastelic (SVN) 38; 9. Cui (CHN) 37; 10. Przyrowsky 31.

Tutte le classifiche nel sito www.wskarting.it

Il calendario WSK Super Master Series 2020.
Rd. 1: 2 Febbraio, Adria Karting Raceway
Rd. 2: 23 Febbraio, South Garda Karting, Lonato
Rd. 3: 8 Marzo, International Circuit La Conca
Rd. 4: 22 Marzo, International Circuit Napoli, Sarno

WSK Promotion
Ufficio Stampa
press@wsk.it
Photo credit: FMPress


F4Championship.com TKart Vega Bridgestone Le Cont Panta OMPMonzainforma.it Kartcom.com Unipro Lap Timer SportInPhoto
ALL NEWS