Follow usFollow us on facebookFollow us on Twitter
ACI CSAI
BELLE FINALI A SARNO NELL’APERTURA DELLA WSK EURO SERIES
BELLE FINALI A SARNO NELL’APERTURA DELLA WSK EURO SERIES Gallery Sarno
Sunday, July 12, 2020

Allegati:
Allegate 46 WSK Euro Sarno 120720 ITA - 168 Kb

Le finali della prima prova della WSK Euro Series sul Circuito Internazionale Napoli a Sarno hanno visto le vittorie di Longhi in KZ2, Gray in OK, Spina nella OK-Junior, Nakamura nella MINI. Il campionato si concluderà il 20 settembre a Lonato.

Sarno (ITA), 12.07.2020
Il weekend di Sarno per la prima prova della WSK Euro Series edizione 2020 si è concluso con un eccellente spettacolo in pista per questo primo appuntamento disputato nel dopo-Covid sul Circuito Internazionale Napoli. Nonostante il gran caldo, la competitività è stata elevata in tutte le categorie, KZ2, OK, OK-Junior e MINI. Circa 180 i piloti provenienti da 32 nazioni, con un bel numero di campioni internazionali in pista a cominciare da coloro che si sono aggiudicati i titoli nella WSK Super Master Series di appena una settimana fa ad Adria.

A Sarno, dopo le combattute manche di qualificazione, sono state le Prefinali e le Finali di domenica a premiare i più forti di questa prima prova della WSK Euro Series, che vedrà poi la sua conclusione il 20 settembre sul Circuito South Garda Karting di Lonato.

LE PREFINALI DI SARNO

Sono stati i piloti della MINI ad aprire le Prefinali della giornata conclusiva di Sarno, per definire le griglie di partenza delle finali. In Prefinale-A si è confermato vincente il giapponese Kean Nakamura Berta (Team Driver Racing Kart/KR-Iame-Vega), mentre nella Prefinale-B il successo è andato al giovane spagnolo Christian Cotoya Sanabria (CRG-TM Racing-Vega), quarto al termine delle manches.
Nella OKJ della Prefinale-A ha avuto la meglio il ceco Igor Cepil (KR Motorsport/KR-Iame-Vega), mentre il suo compagno di squadra Brando Badoer è scivolato quinto dopo aver prevalso nelle manches e aver condotto in testa nei primi giri. Nella Prefinale-B si è imposto il finlandese Tuuka Taponen (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex-Vega).
Nella Prefinale di KZ2 il successo è andato all’italiano Riccardo Longhi (BirelArt Racing/BirelArt-TM Racing-Vega), davanti al vincitore di Adria il finlandese Simo Puhakka (Tony Kart racing Team/Tony Kart-Vortex-Vega) e all’altro pilota BirelArt Giuseppe Palomba. Nella OK in Prefinale-A è stato l’inglese Oliver Gray (Leclerc by Lennox/BirelArt-TM Racing-LeCont) ad aggiudicarsi il successo, in Prefinale-B ha vinto il finlandese Juho Michael Valtanen (Pantano Team/KR-Iame-LeCont), mentre l’altro protagonista, l’inglese Joe Turney (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex-LeCont), è stato costretto al ritiro per un contatto proprio con Valtanen.

LE FINALI
DOMINIO DI LONGHI IN KZ2.
In KZ2 è stato Riccardo Longhi (BirelArt Racing/BirelArt-TM Racing-Vega) a prendersi le maggiori soddisfazioni vincendo anche la finale dopo essersi imposto in Prefinale. Una bella vittoria quella del pilota italiano che è rimasto sempre in testa fin sul traguardo, dove ha preceduto il francese Adrien Renaudin (Sodikart/Sodikart-TM Racing-Vega) passato secondo dopo i primi giri di gara. In terza posizione ha concluso l’altro italiano in forza a BirelArt, Giuseppe Palomba, secondo dopo il via e poi terzo fino alla bandiera a scacchi. Il finlandese Simo Puhakka (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex-Vega), che scattava dalla prima fila, al momento del via ha perso diverse posizioni ma poi ha recuperato fino al quarto posto, concludendo davanti al francese Jeremy Iglesias (Formula K Racing Team/Fomula K-TM Racing-Vega) e all’altro pilota di BirelArt Alex Irlando.
FINALE KZ2: 1. Longhi; 2. Renaudin; 3. Palomba; 4. Puhakka; 5. Iglesias; 6. Irlando; 7. Camplese; 8. Gustafsson; 9. Nomblot; 10. Putyatin.

GRAY VINCE IN OK. Dopo un iniziale vantaggio del finlandese Juho Michael Valtanen (Pantano Team/KR-Iame-LeCont), l’inglese Oliver Gray (Leclerc By Lennox Racing/Birel Art-TM Racing-LeCont) ha preso le redini del comando e ha mantenuto la prima posizione fino al traguardo. Alle sue spalle nelle ultime battute di gara è riuscito a concludere in seconda posizione l’italiano Andrea Kimi Antonelli (KR Motorsport/KR-Iame-LeCont), mentre il finlandese Juho Michael Valtanen (Pantano Team/KR-Iame-LeCont) si è dovuto accontentare del terzo posto. L’olandese Dilano Vant Hoff (Forza Racing/Exprit-TM Racing-LeCont) ha concluso quarto davanti al brasiliano Matheus Morgatto (Parolin Racing Kart/Parolin-TM Racing-LeCont) e all’inglese Taylor Barnard (Rosberg Racing Academy/KR-Iame-LeCont).
FINALE OK: 1. Gray; 2. Antonelli; 3. Valtanen; 4. Vant Hoff; 5. Morgatto; 6. Barnard; 7. Coluccio; 8. Trulli; 9. Ten Brinke; 10. Marti.

NELLA OKJ RIMONTA E VITTORIA DI SPINA. Nella OK-Junior in testa alla finale è ben presto riuscito a portarsi l’italiano Alfio Andrea Spina (KR Motorsport/KR-Iame-Vega), autore anche questi di una serie di rimonte per un ritiro in un contatto in una manche. Una volta al comando, Spina ha condotto con autorità la finale fino a tagliare il traguardo davanti al compagno di squadra, il ceco Igor Cepil, e al finlandese Tuuka Taponen (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex-Vega). Brando Badoer (KR Motorsport/KR-Iame-Vega) è riuscito a risalire di posizioni e proprio nel finale di gara è andato a conquistare la quarta posizione ai danni dell’inglese Freddie Slater (Ricky Flynn Motorsport/Kosmic-Vortex-Vega).
FINALE OKJ: 1. Spina; 2. Cepil; 3. Taponen; 4. Badoer; 5. Slater; 6. Lindblad; 7. Gubenko; 8. Tsolov; 9. Irfan; 10. Gowda.

LA MINI PARLA GIAPPONESE CON NAKAMURA. La finale della MINI ha vissuto sul duello fra il giapponese Kean Nakamura Berta (Team Driver Racing Kart/KR-Iame-Vega) e il russo Dmitry Matveev (Energy Corse/Energy-TM Racing-Vega), con quest’ultimo che era riuscito a passare in testa poco dopo i primi giri di gara, recuperando innumerevoli posizioni nel weekend per non aver disputato le prove di qualificazione. Proprio nell’ultimo giro è stato però Nakamura a riuscire a conquistare la prima posizione e vincere in volata su Metveev. Terzo si è piazzato il polacco Jan Przyrowsky (AV Racing/Parolin-TM Racing-Vega) dopo aver occupato a lungo la seconda posizione. Fra i migliori anche il francese Guillaume Bouzar (Parolin Racing/Parolin-TM Racing-Vega), quarto sul traguardo davanti all’olandese Thijs Keeren (Pantano Team/KR-Iame-Vega). Un fuoripista a inizio gara ha tolto dai probabili protagonisti lo spagnolo Christian Cotoya Sanabria (CRG-TM Racing-Vega) che era scattato dalla prima fila.
FINALE MINI: 1. Nakamura; 2. Matveev; 3. Przyrowsky; 4. Bouzar; 5. Keeren; 6. Monza; 7. Saeter; 8. Kastelic; 9. Outran; 10. Sorensen.

Prossimo appuntamento il 14-20 settembre 2020 al South Garda Karting a Lonato per la seconda e terza prova della WSK Euro Series dove saranno assegnati i titoli in tutte e quattro le categorie. La OK e OKJ avrà validità anche per l’assegnazione dei titoli nel Campionato Italiano.

Tutti i risultati nel sito www.wskarting.it

WSK Promotion
Ufficio Stampa
press@wsk.it
Foto Sportinphoto

 


F4Championship.com TKart Vega Bridgestone Le Cont Panta OMPMonzainforma.it Kartcom.com Unipro Lap Timer SportInPhoto
ALL NEWS